BOLOGNA, DALL’ARGENTINA ARRIVA MARTA DILLON, COFONDATRICE DEL MOVIMENTO “NI UNA MENOS”

BOLOGNA, DALL’ARGENTINA ARRIVA MARTA DILLON, COFONDATRICE DEL MOVIMENTO “NI UNA MENOS”

Nei giorni in cui i movimenti femministi in Argentina sono mobilitati per l’approvazione della legge che legalizza l’aborto in quel Paese, Bologna accoglierà Marta Dillon, una delle icone del femminismo in America Latina. Grazie alla sinergia tra Biografilm festival, Associazione Orlando, Cassero lgbti center, Arci Bologna e Centro internazionale per gli studi umanistici “Umberto Eco”, l’attivista sarà protagonista di un calendario di quattro appuntamenti che dal 18 al 22 giugno si avvicenderanno in città.

Marta Dillon è una scrittrice e giornalista argentina, militante lesbica femminista e dei diritti umani. Scrive per i supplementi settimanali Las12 (giornalismo femminista) e Soy (su temi LGBTIQ) del quotidiano argentino Página12; inoltre ha fondato e dirige la piattaforma web indipendente Emergentes – comunicación activista en redes.

Ha contribuito a fondare Hijos, che raccoglie i figli e figlie di desaparecidos della dittatura militare argentina, ed è anche tra le fondatrici del movimento Ni Una Menos, contro la violenza maschilista e il sistema di violenza patriarcale-istituzionale che la sostiene. La prima occasione per incontrarla sarà lunedì 18 giugno alle 18.30 al Chiostro Ex Convento (via del Piombo 5) in occasione della conferenza dal titolo “La rivoluzione femminista nelle case, nei letti e nelle piazze. L’esperienza di Ni Una Menos in Argentina” organizzata dall’associazione Orlando; martedì 19 giugno alle 17, Marta Dillon sarà invece al Parco della Montagnola, nella programmazione di Montagnola 360, per l’incontro pubblico dal titolo “A scuola di femminismo: pratiche e obiettivi dei movimenti delle donne” organizzato da Cassero lgbti center e Arci Bologna;

Si intitola invece “Corpi ritrovati, la materialità della memoria” l’incontro in programma giovedì 21 giugno alle 18 al Centro Internazionale di Studi Umanistici “Umberto Eco” (via Marsala 26). L’incontro, organizzato dal centro in collaborazione con l’associazione Orlando, verrà introdotto da Maria Patrizia Violi, docente Unibo. Infine, venerdì 22 giugno alle 17 al Cassero lgbti center, Marta Dillon dialogherà con alcuni attivisti e attiviste al cassero lgbti center (via Don Minzoni 18) nell’incontro dal titolo “Salotto familiare: esperienze e pratiche di genitorialità a confronto”. Tutti gli incontri sono aperti al pubblico e a ingresso gratuito.

Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail